Lo scenario politiconarrativo italiano – Parte III –

Vendola, dito nella piaga del Partito Democratico.

Con l’annuncio della sua candidatura alle primarie del centrosinistra nel luglio del 2010, Nichi Vendola ha dato inizio ad una nuova narrazione politica capace di intercettare la memoria e il momento biografico dell’area elettorale di sinistra e di quei cittadini che si sentono poco o niente rappresentati.

Vendola, narrativamente parlando, si pone come un eroe politico attraverso cui l’elettore può vivere un viaggio di cambiamento e speranza verso il futuro. E’ il politico italiano che più di tutti sviluppa al momento una narrazione attraverso una comunicazione consapevolmente storytelling oriented, per molti aspetti inedita, anche se si può osservare come faccia chiaro riferimento strategico-strutturale alla narrazione elettorale di Barack Obama. Su un piano tattico (strumenti e contenuti) anche Vendola non manca mai di citare, in discorsi ed interviste, quelle storie attraverso cui rappresenta sé stesso, inserendo riferimenti emozionali capaci di far sempre sentire al pubblico la presenza di un personaggio politico dietro le parole.

La storia della sua dichiarazione di omosessualità, ad esempio, ne caratterizza in modo immediato l’umanità, inserendo la propria storia in frame come Rispetto delle Differenze, Comprensione della Dignità Umana, Ricerca dell’Onestà, Chiarezza verso Sé ed il Prossimo. E ricevendo forza da questi frame. Quando Vendola dice “Io non ho mai mentito sulla mia persona” è questa storia che richiama e trasferisce al pubblico come suo valore umano e politico. Avere un ruolo di governo sul territorio, come quello di Presidente della Regione Puglia gli permette di dare evidenza alla traduzione pratica della propria visione politica, di sfruttare i fatti ottenuti in questo ruolo e farli diventare garanzie del proprio progetto politico. Fatti che diventano racconti di grande valore, soprattutto nei momenti in cui lo scontro politico si sposta più su questioni personali, che sui contenuti politici.

Su questa piattaforma narrativa, sempre attentamente intrecciata con la coerenza del Personaggio, Vendola ha cominciato a posizionarsi come portatore di un nuovo credibile non solo ai propri elettori tradizionali. Raccoglie ampi consensi anche presso l’elettorato del PD per la capacità di indicare una chiara via da intraprendere e una chiara linea narrativa da seguire. Anche se la sua narrazione è molto leggibile il terreno di aspettative e speranze che sta creando, agevolerà probabilmente un’altra narrazione che sta nascendo a sinistra, e-leggibile da un pubblico più ampio. Quella di Matteo Renzi.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Analisi Storytelling. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...